siepi

siepi

Di solito vogliamo definire in qualche modo i confini del terreno, che possediamo. Possiamo circondarlo con un recinto o un muro, spesso, però, il più economico, la recinzione più pratica e attraente risulta essere una siepe. La sua funzione non si limita solo a delineare i confini esterni del giardino. Possiamo anche utilizzare con successo le partizioni verdi al suo interno, perché anche in un piccolo giardino, spesso si desidera separare spazi più piccoli. Le piante destinate a una siepe devono essere resistenti alla potatura e tollerare una buona vicinanza ad altre piante. Ci sono molte specie, che soddisfano questi criteri. Per scegliere quello giusto, prima dobbiamo definire, quali funzioni deve svolgere una siepe nel nostro giardino.

Copertine

Nei giardini particolarmente esposti a forti raffiche di vento è necessaria una copertura, che consentirà il corretto sviluppo e la crescita delle giovani piante. Una siepe di piante resistenti è perfetta per una tale copertura. Filtra le raffiche, indebolendo significativamente il loro effetto distruttivo. Le partizioni complete sotto forma di muri e recinzioni causano turbolenze. Vento, incontrandoli, a una certa distanza cambia direzione, e poi colpisce le piante un po' più lontano con tutta la sua potenza. Se le recinzioni sono grandi, staccionate o intrecciate andranno meglio, che, come coperture, hanno un effetto simile a una siepe. In giardini eccezionalmente ventosi per i primi due, tre anni, prima che le piante attecchiscano bene, e le loro parti aeree diventeranno più resistenti, la siepe stessa potrebbe richiedere una copertura. Venti freddi salati, trasportare sabbia in aggiunta, distruggono i germogli e i giovani germogli. Gli alberi e gli arbusti in riva al mare sembrano inclinarsi verso la terra. Ecco perché, che il vento che soffia dal mare limita notevolmente lo sviluppo della chioma dal lato sopravvento. Se il nostro giardino è in un luogo ventoso, scegliamo piante che producono foglie mat per la siepe, più resistente ai danni del vento, o lucido, attraverso la cui superficie le piante evaporano meno acqua.

Alcune specie di siepi sono più resistenti alle condizioni difficili di altre, per esempio.. il carpino è più forte del faggio, e tra le conifere, la tuia gigante è una specie particolarmente resistente ai venti freddi (Thuja plicata).

Coperture naturali

Siepi naturali non formate, costituiti da diverse specie vegetali, forniscono un'ottima protezione contro il vento. Tali siepi sono tipiche delle zone rurali, anche se in alcuni casi stanno benissimo anche nei giardini cittadini. Molte specie di uccelli vi trovano rifugio, così come il cibo. La composizione mista delle siepi naturali è costituita principalmente da biancospino, tarnina, clone, ostrokrzew, prendi i buk. Possiamo aggiungere con successo sambuco e cenere a loro, e dopo qualche anno anche la rosa canina e il caprifoglio di Pomerania.

Guardie Costiere

Le condizioni costiere per le piante da siepe sono particolarmente difficili. Le specie vegetali adatte sono per tali siti: Euonymus giapponese sempreverde (Euonymus japonicus), escalonia aromatica (Escallonia rubra varia. macrantha) con bellissimi fiori rossi e tamerici francesi (Tamarix gallica), che d'estate si ricopre di grappoli rosa carminio. Olivello spinoso (Hippophae rhamnoides) è una pianta caratteristica delle regioni costiere. Sembra molto naturale nei giardini situati vicino al mare. Ha foglie lanceolate grigio-verdi, che assumono un colore argenteo nella parte inferiore. È una pianta dioica. Se gli individui che producono fiori maschili e femminili crescono fianco a fianco, l'olivello spinoso è ricoperto di frutti arancioni aromatici. Wolfberry è adatto anche per siepi in zone costiere (l'olivello spinoso è maleducato), che sboccia con delicati fiori viola in primavera. La sua indubbia decorazione sono le bacche rosse.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *